logoferrarisIstituto d'Istruzione Secondaria Superiore Galileo Ferraris

Liceo Scientifico con Scienze Applicate, Liceo Linguistico, Liceo Classico Quinto Ennio

Via Abruzzo, 13 74121 Taranto - Tel. 099.735.29.23

PEO: tais03300x@istruzione.it - PEC: tais03300x@pec.istruzione.it 

EMERGENZA COVID-19

covid

IL LICEO FERRARIS

liceo

Con la mostra “Colori e immagini della Scienza. L’arte della ricerca scientifica”, tenutasi dall’1 al 14 aprile presso l’ex Chiesa di San Francesco della Scarpa in piazzetta Carducci a Lecce, si è concluso il progetto biennale Art & Science across Italy che ha visto 21 ragazzi delle classi quarte delle sezioni scientifico e scienze applicate esporre le opere da loro stessi progettate e realizzate. Il progetto, organizzato dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e dal CERN di Ginevra, ha come obiettivo primario quello di avvicinare gli studenti al mondo della scienza e della ricerca usando l’arte come linguaggio di comunicazione. Dopo un primo anno di formazione, nel corrente a.s. i partecipanti, sotto la guida dei tutor interni, proff. Salvatore Spinelli e Erminia Lucaselli, e della tutor esterna, prof. Gabriella Cataldi, hanno realizzato ed esposto le seguenti opere
MATH SONATA (Basile, Montesano, Marinò) che ha ricevuto una menzione speciale,
Un Universo di collisioni (Pennetta, Adesso, Ciminelli),
Notti stellate di Galileo (Bonsegna, Caminiti, Pioggia),
Universo in bottiglia (Conte, D’Amelio, Spagnolo),
“Eureka, ho trovato!” (Cazzarò, Fontanella, Scala),
Diversa ma unita (Lupo, Corona, Lalinga),
I due lati di Taranto (Sangregorio, Cuscela, Chiochia).
Nel corso della mostra sono stati anche esposti due cartelloni con tutti i lavori realizzati lo scorso anno dagli studenti del “Ferraris”.

scienceferraris

Presidi del Libro immagineIl nostro Liceo si è classificato al secondo posto al termine della prima fase del Progetto/concorso Perché leggere i classici, indetto dai Presidi del libro e rivolto alle classi del primo biennio.
Il progetto, che ha lo scopo di avvicinare gli alunni alla lettura invitandoli a riappropriarsi di quei libri che, segnando la storia, continuano a parlarci, è articolato in due fasi e la prima si è svolta in autunno coinvolgendo le classi Seconde nella lettura di un classico italiano.

 

Vi hanno partecipato:
la 2AL con L’amica geniale di E. Ferrante (prof.ssa R. Mancini);
la 2AS con Il giorno della civetta di L. Sciascia (prof.ssa R. Mancini);
la 2B con Le avventure di Pinocchio di C. Collodi (prof.ssa G. Basile);
la 2BL con Il giornalino di Gian Burrasca di Vamba (prof.ssa E. Lucchese);
la 2BS e la 2DS con Il visconte dimezzato di I. Calvino (prof.ssa R. Mongelli);
la 2CS con i Racconti sardi di G. Deledda (prof.ssa E. Murrone);
la 2DL con Il visconte dimezzato di I. Calvino (prof.ssa M. Portone);
la 2EL con Cuore di E. De Amicis (prof.ssa T. Cometa).

WhatsApp Image 2022 04 19 at 11.04.46A fine gennaio, conclusa la lettura, gli alunni di ogni classe hanno prodotto un elaborato sotto forma di intervista all'autore. I lavori, realizzati spesso come video, sono stati tutti di ottimo livello, mostrando impegno e creatività, e tra questi la commissione interna ha scelto il video in cui gli alunni Angelica Virtù, Marco Carlà ed Alessandro De Bartolomeo della classe 2CS hanno proposto una Grazia Deledda che da un salotto del primo Novecento, evidentemente impacciata con i mezzi tecnologici, dialoga a distanza dei suoi racconti e del premio Nobel attribuitole con un critico letterario contemporaneo. Questo il lavoro con cui la nostra Scuola ha partecipato alla prima fase del concorso: (LINK PER IL VIDEO PREMIATO:
https://drive.google.com/file/d/1BStP4HH4cLSRqwwmbX1pZ2mqfbIQj28O/view);
esso ha incontrato il favore della giuria dei Presidi del Libro, che ne ha apprezzato la valorizzazione e l’attualizzazione dell'opera, l'originalità espositiva e l'efficacia espressiva.

 

La seconda fase del progetto riguardante la lettura dei classici stranieri è partita a febbraio e vede coinvolte le classi Prime, che stanno leggendo:
la 1A Fahrenheit 451 di R. Bradbury (prof.ssa G. Basile);
la 1BC Diario di scuola di D. Pennac (prof.ssa M. Fiorino);
la 1BL Io sono leggenda di R. Matheson (prof.ssa L. Marchitelli);
la 1CS L'amico ritrovato di F. Uhlman (prof.ssa M. Portone);
la 1DL Io sono leggenda di R. Matheson (prof.ssa E. Murrone);
la 1DS Il vecchio che leggeva romanzi d'amore di L. Sepulveda (prof.ssa I. Cerulli).

AD MAIORA!
immagine Grazia Deledda immagine Sciascia Il giorno della civetta

Il nostro Liceo ha aderito con entusiamo ai due progetti di lettura proposti quest’anno dai Presidi del Libro. Destinatarie del progetto sul giornalismo narrativo d’inchiesta Raccontami il giornalismo le classi del secondo biennio: alcuni alunni delle classi 3AC, 3A, 3AS, 3CL, 3DS, 3EL, 4AC, 4AS, 4CL, 4DS, 4EL - insieme alle loro docenti - hanno concorso all’attribuzione del Premio intitolato alla memoria del giornalista e scrittore tarantino Alessandro Leogrande (1977-2017), autore di molte importanti inchieste per la lotta contro le frontiere e i naufragi, il caporalato e l’ignoranza, la malafede e le ingiustizie.

premioUltima tappa del percorso è stato dunque il voto per uno dei cinque libri candidati per il Premio Leogrande 2022. La scelta finale non è stata affatto facile, perché ognuno dei testi letti ci ha avvicinati a temi e realtà di volta in volta diverse e interessanti, a volte sconvolgenti e inimmaginabili: se Pievani-Varotto, Viaggio nell’Italia dell’Antropocene attraverso il tour di Milordo che si svolge 1000 anni dopo l’inizio del viaggio in Italia di Goethe, ci ha proiettato, in maniera distopica, nell’anno 2786 mostrando le tragiche conseguenze della crisi climatica, altrettanto urgente è l’invito all’assunzione di responsabilità derivante dalla lettura di V. Furlanetto, Noi schiavisti: Come siamo diventati complici dello sfruttamento di massa, libro inchiesta sui para-schiavi e sugli ingranaggi di tale terribile, insospettabile meccanismo; l’inchiesta di A. Talia, Milano sotto Milano: Viaggio nell'economia sommersa di una metropoli mostra quanto velocemente possa circolare il danaro, rivelando strani legami e ramificate affiliazioni e, spesso se non sempre, una pericolosa contiguità tra economia e crimine; S. Maurizi, Il potere segreto. Perché vogliono distruggere Julian Assange e WikiLeaks raccontando la storia di una congiura inquietante ha suscitato riflessioni sul ruolo cruciale dei giornalisti e sull’effettiva libera informazione e piena libertà di ogni cittadino; di altro genere P. Pecere, Il dio che danza. Viaggi, trance, trasformazioni, volto a ricostruire e approfondire un fenomeno antichissimo e universale: la trance da possessione indotta dalla danza e dalla musica, a partire dal tarantismo in Puglia e dai riferimenti al dio Dioniso.

foto1I libri, la partecipazione, la discussione, l’approfondimento hanno caratterizzato gli incontri pomeridiani che studenti e docenti hanno svolto su Meet. Dopo la lettura individuale dei testi si sono condivise le valutazioni, confrontate le opinioni… un autentico volano per crescere!

Un ulteriore elemento di analisi è stato offerto dalla pubblicazione sulla pagina Facebook dei Presidi del Libro delle video interviste condotte da Marino Sinibaldi con i cinque autori candidati al Premio Leogrande 2022. Aspettando di conoscere il vincitore non resta che invitare tutti alla lettura: ne vale davvero la pena!

premio2

 

In occasione della 7^ giornata ionica della cultura classica, sabato 2 aprile alle ore 17.00 il Liceo “Galileo Ferraris - Quinto Ennio” ospiterà nell’Aula magna “Europa” della sede di via Abruzzo un convegno dal tema “Letteratura e storia: Dante Alighieri e Tommaso Niccolò d’Aquino”.
I lavori saranno coordinati dal prof. Carmine Carlucci, presidente dell’Associazione “Comitato Qualità Della Vita”, promotrice dell’iniziativa alla quale daranno il proprio contributo illustri esponenti della cultura tarantina.
Gli studenti e le loro famiglie e il personale tutto della scuola sono invitati a partecipare.
Si allega la locandina dell’evento.

images

First mobility in Italy "Meeting Cultures Beyond Stereotypes": questo il titolo del progetto Erasmus + Ka229 coordinato dal Galileo Ferraris Quinto Ennio di Taranto che vede incluse le scuole partner da Spagna, Grecia e Danimarca. Dopo ben due anni di incontri online dal 7 al 12 marzo la nostra scuola ha avuto il piacere di ospitare le delegazioni partner durante la prima settimana di Mobilità. I docenti e gli alunni stranieri sono stati accolti con gran entusiasmo da tutta la nostra comunità scolastica, dal dirigente scolastico e dagli alunni che in prima persona sono coinvolti nelle attività progettuali. La settimana è letteralmente volata tra conferenze, grazie al Ciofs/FP e all'Isituto Maria Ausiliatrice che ci hanno ospitato nei loro spaziosi saloni, visite della città di Taranto, Alberobello e Matera. L'obiettivo della settimana di mobilità è stato quello di proseguire con i lavori del progetto (articoli e interviste sugli stereotipi) e alla fine realizzare una mostra fotografica presso il nostro isituto e la simulazione di un talk show per dibattere e scambiare opinioni sull'importante tematica di superare le barriere culturali, i luoghi comuni e abbattere i pregiudizi tramite la conoscenza dell'altro, oltre i confini del nostro territorio. Prossime mobilità previste per il prossimo anno: Grecia, Spagna e Danimarca. Non vediamo l'ora! Il nostro progetto è appena cominciato.

f1  f2  f3 

Martedì 8 e venerdì 11 marzo Magli, Pashaj (5E), Roccaforte, Scarnera L. e Suriano (5CS) hanno partecipato alle Masterclasses di Fisica delle Particelle in collaborazione con la sezione INFN di Lecce. Nel corso della prima giornata, gli studenti hanno partecipato a lezioni teoriche riguardanti la fisica delle particelle, i rilevatori, i grandi apparati e l’identificazione del bosone Z in ATLAS, mentre la seconda giornata è stata suddivisa tra la ricerca di particelle elementari mediante un software rilasciato dall’INFN, svolta al mattino nel laboratorio di via Mascherpa, e l’analisi dei dati raccolti con i docenti universitari al pomeriggio. Per concludere, come succede in una vera collaborazione di ricerca internazionale, hanno partecipato ad una videoconferenza moderata in inglese da ricercatori del CERN di Ginevra allo scopo di combinare, confrontare e discutere i risultati ottenuti con i loro coetanei di Strasburgo. Il progetto, oltre ad essere valido ai fini del PeCoTrO, ha dato l’opportunità ai ragazzi di vivere un’esperienza da ricercatore.

bosone1  bosone2  bosone3 

Erasmus Plus è il programma dell’Unione europea per l’Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport 2021-2027. Trascorrere del tempo in un altro paese per studiare, imparare e lavorare dovrebbe diventare la norma, così come l’essere in grado di parlare altre due lingue oltre alla propria lingua madre.

flag

Il progetto coordinato dal Liceo Galileo Ferraris Quinto Ennio si intitola “Meeting Cultures beyond stereotypes” e permetterà alla comunità scolastica coinvolta di sconfiggere quelle barriere culturali che ostacolano lo scambio culturale e sociale tra popolazioni lontane, apparentemente diverse ma che hanno in comune un grande obiettivo: combattere gli stereotipi sociali e arricchire le proprie vite con elementi positivi e che possano permettere la crescita personale dei nostri alunni.

Il nostro istituto, in quanto scuola coordinatrice del progetto, ospiterà dal 7 marzo al 12 marzo 2022 le tre scuole europee partner, nello specifico l’istituto 10iCampus di Varde (Danimarca), l’IES Miguel de Unamuno di Bilbao (Spagna) e la scuola Proto Epal Kryas Vrysis (Grecia).

I partenariati per gli scambi tra scuole sono, infatti, dei progetti di cooperazione tra scuole di diversi paesi che permettono davvero di aprire tutta la comunità scolastica all’Europa. La partecipazione a questo tipo di partenariato e alle sue mobilità rappresenta per il nostro Istituto un’importante opportunità di apertura, cambiamento, e innovazione.

Scarica il Poster della Welcome Conference.

Locandina POSTER

Al via il 7 marzo il concorso didattico nazionale “High School Game”

Al via il prossimo 7 marzo la X edizione di “High School Game”, un concorso didattico rivolto a tutti gli studenti delle scuole superiori che premia il merito e sensibilizza i giovani su importanti tematiche sociali. Studiare e prepararsi non significa fare a meno del cellulare, non nel caso di “High School Game”; i protagonisti, infatti, si sfideranno in un’avvincente gara sull’App Wicontest utilizzando uno smartphone che diventa così uno strumento di edutainment per stimolare le capacità riflessive dei ragazzi e arricchire le loro conoscenze in un modo assolutamente ludico, incoraggiando la sana competizione, lo spirito di squadra e valorizzando la meritocrazia.
Sono già centinaia le scuole iscritte e gli studenti sono determinati a vincere il primo premio: un viaggio per tutta la classe a Barcellona. Attraverso un processo di gamification saranno protagonisti di un concorso che “parlerà” loro di “Sicurezza stradale”, “Educazione ambientale”, “Bullismo e cyberbullismo”, “Orientamento universitario”, con quiz a risposta multipla.
Il primo appuntamento è fissato alle h. 17:00 il 7 marzo in diretta streaming con il “Live Quiz Show di Benvenuto” e la prima sfida è dedicata alle tematiche trattate durante il concorso, con l’intervento dei partners.
Per 3 settimane i ragazzi saranno chiamati a partecipare a 3 tipologie di sfide:

• “Battle Quiz” attiva tutti i giorni, per sfidare i propri compagni o gli studenti di altre scuole, importantissima per esercitarsi e arrivare preparati alle altre sfide.
• “Global Quiz”, una sfida personale attiva dal lunedi al venerdi, sugli argomenti tematici.
• “Live Quiz Show”, la competizione pura uno contro tutti, attiva ogni giovedì e ogni venerdì in diretta streaming con presentatori ed esperti del settore.
Per tutti i contest gli studenti avranno a disposizione dei “contenuti informativi” che li supporteranno nello studio dell’argomento, al fine di arrivare preparati alle gare.

Il progetto si arricchisce inoltre di un “Trofeo settimanale” che andrà alla classe che durante la settimana otterrà, da media, il risultato migliore dalle varie competizioni.
“High School Game” termina il 31 marzo, giorno della “finalissima” quando verranno premiate le prime 3 classi sul podio. Per tutti i partecipanti riconoscimenti e attestati di partecipazione.
L'efficacia della metodologia di High School Game è stata valutata da una ricerca condotta dal Dipartimento di Psicologia, sotto la guida della Prof.ssa Anna Maria Giannini, Responsabile del Laboratorio di Psicologia Applicata.
Ideato dall'azienda Planet Multimedia il progetto è patrocinato da Fondazione UniVerde e supportato dal Main Partner Grimaldi Lines, dalle Università italiane Laba, Lumsa e Unicampania-Vanvitelli e dall’Onlus Fare x Bene, e la partecipazione della Polizia Stradale. Non resta che augurare: vinca il migliore!

contest

Il Liceo Ferraris - Quinto Ennio di Taranto ha programmato le attività di orientamento a supporto delle iscrizioni per l'anno scolastico 2022/2023.

Visita la pagina dedicata.

orienta

 

PUBBLICITÀ LEGALE

albosemplice800x200

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

at800x200

ptof2Il Piano Triennale dell'Offerta Formativa costituisce documento fondamentale costitutivo dell'identità culturale e progettuale della nostra scuola.

pdmIl Piano di Miglioramento prevede interventi collocati su due livelli: quello delle pratiche educative e didattiche e quello delle pratiche gestionali ed organizzative, per agire in maniera efficace sulla complessità del sistema scuola.

ravIl Rapporto di Autovalutazione è articolato in 5 sezioni: contesto e risorse, esiti degli studenti, processi messi in atto dalla scuola, processo di autovalutazione in corso e linee prioritarie d'azione.

Piano Nazionale Scuola Digitale

pnsd300x110

PON Scuola 2014-2020

Loghi PON 2014 2020 fse fesr corto

Privacy - GDPR

gdpr privacy

Inclusione e Accessibilità

accessibile

Bacheca Sindacale

bacheca sindacale ok

Area Famiglie

scuolafamiglia2

Curvatura Biomedica

curvaturabis

Aula aumentata dal digitale

aula4dbis

La Sezione Cinese

china